Thinking shattered Nicola > 新しい翼をもった僕!: 新しい翼をもった僕!

shattered Nicola > 新しい翼をもった僕!

イタリア人 > 男性> 三十歳 > 日本語の学生 > 空港のセキュリティーの仕事 > 飛行機の操縦士 > 空想家 > 日本映画の大ファン > その他 Italiano >Maschio >Bianco >30 anni >studente di giapponese >addetto alla sicurezza aeroportuale >pilota di aerei >sognatore >appassionato di cinema giapponese >continuerei ma non c'è spazio >sono alla continua ricerca di qualcosa che non trovo<

Saturday, March 08, 2008

新しい翼をもった僕!

Sfortunatamente, come conseguenza di un susseguirsi di avvenimenti e cambiamenti della mia vita, sono stato involontariamente costretto a non portare in aria un aereo per quasi due anni. Se avete letto il piccolo sottotitolo sotto il titolo del blog, saprete che posseggo una licenza di "pilota privato di aeromobile". Ho fatto l'ultimo volo il 20 maggio del 2006, a bordo la sorella di quella che ora è la mia ex ragazza, cioè il passato. L'aria era assai instabile e l'aereo ballava disperatamente a causa della turbolenza. In avvicinamento, ricordo di aver avuto uno scambio ostile col controllore di volo, che molto allegramente mi aveva autorizzato al finale con un 737-400 dell'AirOne fermo in testata: alla mia richiesta di chiarimenti, egli aveva risposto di non essere un terrorista, lui, ma di sapere ciò che faceva. Ricordo di non avergli risposto, e di aver portato a fatica l'aereo a terra. Ricordo il sollievo di non aver fatto vomitare i miei passeggeri, e la gioia, di conseguenza, di non dover pulire l'aereo! Era il mio ultimo volo per un periodo che sarebbe stato dannatamente lungo.
Quando si rimane senza svolgere attività di volo per un periodo che non supera i tre mesi, è necessario effettuare una ripresa voli con un istruttore, che di solito dura un'ora. Quando questo periodo dura dai tre mesi ai cinque anni, è necessario effettuare una procedura che si chiama "Renewal", che dev'essere effettuata, secondo le nuove regole aeronautiche comunitarie JAR-FCL, in una scuola di volo certificata FTO (Flight Training Organization). Questo era il mio caso: purtroppo l 'aeroclub di Cagliari non è un FTO, e in Sardegna non ci sono FTO, quindi dovevo attraversare il Tirreno. A Viterbo, lavora come istruttore un ex pilota dell'aeroclub di Cagliari, quindi ho deciso di andare a Viterbo.

Ho fatto il primo volo il 7 febbraio 2008, con quest'aereo: un "SOCATA TB-9C Tampico" marche I-IAFB. Un modello che conosco molto bene, col quale ho fatto la maggio parte delle mie ore di volo e col quale ho sostenuto l'esame di licenza, nel febbraio 2002. Il Tampico è un aereo progettato in maniera abbastanza bizzarra: un'ala rettangolare abbastanza grossa dal profilo classico, alettoni piccoli e flap importanti; La cellula è larga e per questo ha degli interni estremamente comodi ed ergonomici. Il Tampico è instabile, tiene a fatica la velocità in avvicinamento, è pesante per i suoi 160 cavalli, ma riuscire a domarlo soprattutto per un allievo pilota è una piccola vittoria. In questo volo, con decollo da Viterbo alle 9:30 e atterraggio a Viterbo alle 11:35 ero accompagnato dal comandante F. I., un bizzarro ex pilota di DC-9 Alitalia che mi ha messo alla prova con teorie avvenieristiche sui controlli pre-volo, su "come spiegare la condotta dell'aeromobile ad un tuo amico", su come atterrare a Siena senza flap estesi e su come evitare un C-130J che ti viene letteralmente addosso cercando nel mentre di individuare la sua posizione con la regola dell'orologio (il mio primo incontro ravvicinato serio e la mia prima manovra evasiva anti-collisione, fatta di mia iniziativa mentre quello parlava...).

Nel secondo volo, del 14 febbraio 2008, ho pilotato questo P-66 Charlie, marche I-IABI. Il P-66 è un aspecie di imitazione del Cessna 172, un quadriposto ad ala alta. Al mio fianco l'istruttore M. A., che mi ha fatto volare con le cuffie facendomi scoprire un altro modo di fare radiocomunicazioni aeronautiche. Il volo, con decollo alle 15:20, due touch-and-go e atterraggio finale alle 16:22, è stato condotto sopra l'aeroporto di Viterbo, abbiamo fatto virate di procedura con banco di 30° e virate strette con banco di 45°. Non avendo mai pilotato quest'aereo, la difficoltà maggiore è stata ritrovarmi coi comandi, soprattutto con quello dei flap, e di mantenere l'assetto. Il P-66 vola comunque meglio del Tampico, ma per l'esame ho preferito prendere comunque il Tampico.

Volo d'esame, sempre del 14 febbraio, esaminatore G.G., istruttore acrobatico e pilota di Canadair. Decollo alle 16:45, aeromobile SOCATA TB-9C Tampico I-IAGB, due touch-and-go e atterraggio finale alle 17:45. Che dire, radionavigazione, stalli secondari, stalli oscillanti, spirali, principio di vite, piantata di motore simulata con tentato atterraggio (ho mancato la pista di 300 metri, avrei dovuto stringere di più la virata, dannato me e la mia solita paura di stallare nelle virate di circuito). Vabbè...

Comunque mi hanno promosso, queste sono le pagelle...
...anche queste...

Questi i timbri nel libretto di volo...
E questi i voli, sotto il volo del 20 maggio 2006.

Questo è il mio nuovo brevetto JAR-FCL!!

Ed eccomi qui. Avrete notato che il titolo del blog è cambiato: prima era 飛べない翼(Tobenai Tsubasa), che vuol dire "Ali che non possono volare", io ero Tobenai Tsubasa. Ora ho riavuto indietro le mie ali, ora il titolo del blog è 新しい翼をもった僕(Atarashii Tsubasa Wo Motta Boku), che vuol dire "Ora ho delle nuove ali". Sono ali più mature, più solide. Grazie.

13 Comments:

  • At 10:17, Blogger Weltall said…

    Bravo Nick!
    Fa piacere che sei tornato a volare dopo tutto questo tempo!
    Per un appassionato come te non deve essere stato facile!!!
    ^__*

     
  • At 03:30, Blogger nicolacassa said…

    Grazie cugino! Ora devi venire a farti un giro!!

     
  • At 10:04, Blogger strawberry said…

    grande!!!!!!!!

     
  • At 14:41, Anonymous eri said…

    おめでとう!!!!

     
  • At 00:01, Blogger nicolacassa said…

    >Strawberry> Grazie!

    >Eri-chan> ありがとう!!

     
  • At 09:32, Anonymous niachan said…

    Ma che bella notizia! ^^ Se mai un giorno verrò in Sardegna, mi porti a fare un giretto?

     
  • At 19:46, Blogger nicolacassa said…

    >Stefy> Certo che ti ci porto!! Ci vediamo a Udine comunque!!

     
  • At 10:53, Anonymous dreca said…

    è da molto che non passò...ma il sottotitolo non l'avevo notato neanche prima :-(
    sono contenta che ai ripreso a volare...deve essere una bella sensazione

     
  • At 12:03, Blogger nicolacassa said…

    Ciao Dreca! Si è bellissimo! Grazie mille per essere passata!!

     
  • At 22:40, Blogger rosa said…

    Che bello che tu abbia di nuovo le tue ali,complimenti, chissà forse da lassù riesci a vedere un mondo migliore.

     
  • At 01:34, Blogger nicolacassa said…

    >Rosa> Spero che un giorno tu possa venire in sardegna, col nano, e vi porto in volo, così potrai vedere di persona!!

     
  • At 17:01, Blogger *rosa) said…

    Grazie un giorno ci verrò!

     
  • At 18:42, Blogger nicolacassa said…

    >*Rosa)> Allora ti aspetto!!

     

Post a Comment

<< Home