Thinking shattered Nicola > 新しい翼をもった僕!: Anteprima: ラブマイライフ (Love My Life)

shattered Nicola > 新しい翼をもった僕!

イタリア人 > 男性> 三十歳 > 日本語の学生 > 空港のセキュリティーの仕事 > 飛行機の操縦士 > 空想家 > 日本映画の大ファン > その他 Italiano >Maschio >Bianco >30 anni >studente di giapponese >addetto alla sicurezza aeroportuale >pilota di aerei >sognatore >appassionato di cinema giapponese >continuerei ma non c'è spazio >sono alla continua ricerca di qualcosa che non trovo<

Wednesday, December 06, 2006

Anteprima: ラブマイライフ (Love My Life)

In uscita in Giappone il nuovo film di Koji Kawano, ラブマイライフ (Love my life), tratto dall’omonimo manga di Ebine Yamaji. Ebine Yamaji è una delle firme più rappresentative della nouvelle vague del manga. Le protagoniste dei suoi manga sono donne, più o meno giovani, alle prese con la scoperta o l’accettazione di amori intollerabili per chi è omologato alle regole della società giapponese. Love my life è una storia di dubbi, di un amore che non guarda in faccia – o tra le gambe – della persona desiderata. Non c’è intrigo. Solo un percorso individuale, fatto anche di errori, preda della totale spontaneità del racconto, percepibile soprattutto nelle scene di sesso, dove nulla è pudicamente nascosto, né volgarmente svelato. Nessun cliché, quindi, né pornografia. Nessun gusto per il voyeurismo. Nominato quest’anno al Festival di Angoulême nella categoria Miglior Opera Prima, e selezionato dalla francese Mang’Arte a sostegno della rivalutazione del patrimonio e della ricchezza del fumetto giapponese, Love my life è uno dei titoli più importanti della già ricca bibliografia di Ebine Yamaji. Il plot: dalla morte della madre, la protagonista Ichiko si è scoperta sempre più amica del padre. Studia inglese per poter un giorno tradurre come lui romanzi americani, ed è a lui che decide di mostrarsi finalmente senza filtri, presentandogli la ragazza che ama. Non saranno le conseguenze del coming out a sconvolgere la vita di Ichiko, quanto piuttosto le inaspettate confidenze del padre, che le svela quale rapporto lo legasse davvero alla moglie. Al di là dello scontro inevitabile con i pregiudizi omofobici, l'autrice Ebine Yamaji s’interroga con delicata naturalezza sulla natura complessa di tutte le relazioni amorose, con coraggio ed intraprendenza in una società assai chiusa e conservatrice come quella Giapponese. Appena disponibile lo proporrò al cineclub di Weltall come gradevole risposta all’apprezzato I Segreti Di Brokenback Mountain, di Ang Lee.

3 Comments:

  • At 02:39, Anonymous dott. crapuloni said…

    Anch'io sono un lettore di manga (impegnati e non)ma non capisco cosa intendi per 'nouvelle vague'del manga. (mah ...?!)
    Riferendomi al tuo grazioso post precedente condivido appieno il tuo giudizio sul film 'Kyashan',ma non credo che nel cartone animato si potesse a quel tempo scorgere particolarità astratte o 'anomalie' narrative differenti dalla più semplice lotta e contrapposizione tra bene e male.
    A parer mio (e non solo) 'Hurricane Polymar' non è per niente un cartone nato male o di serie 'b' rispetto a 'Kyashan'.
    Vero che 'Kyashan' è stato un cartone molto particolare se paragonato a quelli seguenti;vero che tutti i cartoni seguenti sono stati creati sulla scia del grande successo di 'Kyashan' ma tutti i nuovi cartoni creati dalla Tatsunoko Productions (per citarne alcuni:'Hurricane Polymar'; 'Tekkaman';'Gatchaman';'Gordian')sono cartoni totalmente differenti ognuno con trama,storia,personaggi e innovazioni che verranno poi seguite nella maggior parte dei cartoni mondiali (pensa a 'Gatchaman' conosciuto in Italia ai più col nome 'La Battaglia Dei Pianeti' e ai loro personaggi: in quanti cartoni ti è capitato di vedere un gruppo di personaggi composto da un capo bello;un bambino saputello;una ragazza bella affascinante e sempre pronta a combattere; un vicecapo carino ma meno in vista del capo bello e il classico grassone simpaticone combattivo e impacciato divertente??? Tantissimi!!)
    Nel caso dei cartoni che hai citato per esempio, 'Kyashan' è un ragazzo normale che diventa androide per salvare la terra dai nemici androidi e in quanto androide è malvisto ed odiato dagli abitanti della terra - 'Hurricane Polymar' è un semplice ragazzetto che grazie ad un casco prodotto con uno speciale polimero è in grado di diventare forte e trasformarsi in vari veicoli difendendo la terra ed i suoi abitanti da ladri e bande malvagie (quasi come gli eroi dei fumetti USA).
    Tutto ciò per dirti che i cartoni dopo 'Kyashan' non sono assolutamente tentativi di minor spessore nati sulla sua falsa riga ma sono bellissimi cartoni che con le loro storie ed avventure differenti e particolari ,per tutti quelli che come me hanno raggiunto gli 'anta' o ci stanno per arrivare, rimarranno sempre nel cuore facendoci tornare con la mente al tempo di quando bimbi ci bastava solo mezz'ora di cartoni in tv per far risplendere tutta la giornata di felicità.
    scusa la lunghezza
    bye alla prossima!

     
  • At 12:34, Blogger Walker Elmas Ranger said…

    leggi qui:

    http://en.wikipedia.org/wiki/La_nouvelle_manga

    http://www.boilet.net/it/nouvellemanga_2006.html

     
  • At 23:44, Blogger Walker Elmas Ranger said…

    Crapuloni apprezzo molto i tuoi commenti, anche perchè non avendo vissuto quell'era eroica dei cartoon Giapponesi, forse non posso esprimere al meglio l'essenza di tali argomenti. Per quanto riguarda il resto, sono opinioni, sulle quali ci si confronta autonomamente e liberamente. Ah posso sapere il perchè del nick "Dott. Crapuloni"?

     

Post a Comment

<< Home